Tedua – Clone Lyrics

T-E-D, c’è così caldo

Quando entri nel mio barrio
La catena tua è un bersaglio
Te la tiran come quella del bagno
Nella tela del ragno
Quella merda è vera, ne parlo
Se c’è la sirena, ghepardo
Brutta cera, a cena c’era una busta piena
Intera, Tedua non ci butterà il naso
In strada come i deca staccati a morsi
Prega, attaccati ai bordi
Adolescenza e metamorfosi
In cella o metà morti
Almeno tu risparmiami le critiche
Sul beat commetto un crimine
Forse istigo le masse, ma non incito a delinquere
Vi è lecito decidere
Avrei voluto fare l’attore
Non mi illudo, ma altrove
Sarei potuto diventare un cantante migliore
Quante cose per ore
Ci potremmo elencare? Sono tutte cazzate
Innanzitutto devo tutto a mia madre
Per stare al mondo, anche se al mondo non ci so stare

Di Tedua non puoi farne un clone
Siamo teppisti con vizi di droghe
Senza capirci, mi dici: "Ma come?"
Roccia, ti giuro, sei proprio un fattone
Ryan, che pensi, che cambia fazione?
Ma se fumo ancora, poi cambio colore
In tutta la vita non tollera
A dura prova mettendo il polmone
In giro che sono le 6
Ancora che parli, ma chi cazzo sei?
Se quello ha problemi coi miei
Veniamo a pescarti, frè, come Sampei (Pah)
Non perdo il mio tempo, sì, e basta uno squillo, bro
Certi problemi li elimino
Tra tutti i falsi che eviterò
Non mi è rimasto un livido

Detto ciò, il concetto chiave è non lamentarsi
Né accontentarsi del proprio tozzo di pane

Lo vuoi più grosso? Vai, prendilo, rendilo reale
Senza piagnucolare sui "se" e sui "ma"
O perché il tuo star parte indietro da una classe sociale
Chi sta più in là si starà chiedendo cosa si è perso uguale
È questione di punti di vista
Lei, per esempio, da quando l’ho vista mi manda in fissa
E la cerco come punti di riferimento
Si fida, non si sfila
Tipo i punti al ginocchio che mi hanno messo
Da bimbo alla partita correndo
Caduto sui sassi
Non giocavo nei campi affittati in sintetico
A una certa ho preso piede, in contropiede al sintetico
E poi il sopravvento
A me per fortuna ha fatto solo il solletico
Dico rispetto ad amici che c’hanno messo ogni sforzo
Per rincorrere un vuoto dentro
Da compensare, ma per quale compenso
Se non scompenso ormonale?

Di Tedua non puoi farne un clone
Siamo teppisti con vizi di droghe
Senza capirci, mi dici: "Ma come?"
Roccia, ti giuro, sei proprio un fattone
Ryan, che pensi, che cambia fazione?
Ma se fumo ancora, poi cambio colore
In tutta la vita non tollera
A dura prova mettendo il polmone
In giro che sono le 6
Ancora che parli, ma chi cazzo sei?
Se quello ha problemi coi miei
Veniamo a pescarti, frè, come Sampei (Pah)
Non perdo il mio tempo, sì, e basta uno squillo, bro
Certi problemi li elimino
Tra tutti i falsi che eviterò
Non mi è rimasto un livido

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *